Salta al contenuto principale
Please enable JS

DELEGARE COMPITI AL LAVORO: NE HAI DAVVERO BISOGNO?

Durante tutto il mese di Aprile, mi sono concentrato sull'argomento "DELEGA". Applicato al contesto lavorativo (che tu sia un datore di lavoro, un team leader oppure un collaboratore), non possono che esserci diverse opinioni a tal proposito.
Sicuramente avrai sentito dire frasi del tipo: "Chi fa da sé fa per tre", o "Se non lo faccio io, chi mi garantirà gli stessi risultati sul piano economico?" e altre.

È interessante notare che molti, se non tutti, i business man che hanno fatto la storia, hanno creduto e puntato moltissimo sul lavoro di squadra, e quindi sul "delegare". Lasciandomi ispirare dalle frasi più famose di quest'ultimi, non ho potuto fare a meno di notare che l'impatto che l'affidamento di un determinato compito all'interno di un'azienda ha sul delegato e sulla struttura lavorativa stessa è a dir poco incredibile. Perché? Te lo dico di seguito.

1-DELEGARE NEL MODO GIUSTO È PERFORMANTE. Cosa intendiamo per "delegare nel modo giusto"? In poche parole, la delega non è una scappatoia per evitare di svolgere compiti che il delegante ritiene non adatti a sé stesso o noiosi. Tuttavia, assegnerà compiti precisi e monitorerà l'andamento degli stessi insieme al delegato. I vantaggi dell'adempiere i propri incarichi in questo modo sono molteplici: il settore economico dell'azienda registrerà maggiori risultati raggiunti, in quanto il delegante avrà potuto dedicare del tempo allo svolgimento di compiti che solo lui poteva assolvere e, allo stesso momento, avrà aiutato uno dei suoi collaboratori ad incrementare la propria capacità decisionale, il senso di responsabilità e l'assennatezza in tutta la fetta di business a lui/lei assegnata. Un vero e proprio corso di formazione, col vantaggio di raggiungere migliori traguardi in termini di Team-Building.

2-DELEGARE MIGLIORA LA LEADERSHIP. Ma come? Facendo fare più cose agli altri, l'importanza della mia figura aziendale non perde appeal? Esattamente.
Il perché risiede in un tanto breve, quanto essenziale concetto. La delega non è un abbandono della leadership. La delega richiederà a te, Team Leader, di indirizzare bene gli sforzi del delegato, non di surclassarlo, oppure imponendogli di fare le cose nel modo che per te risulta essere il migliore, ma di guidarlo. Un pò come se stessi insegnando a tuo figlio come andare in bicicletta senza il supporto delle rotelle. È in grado di mantenere la giusta direzione, ma ci sei sempre tu, caposquadra, che mantieni, per così dire, la mano sul sellino della bici, fin quando sarà necessario. In tal modo avrai "alleggerito" la tua agenda, ma allo stesso tempo avrai formato il tuo personale.

3-INCREMENTO DEI RISULTATI. È molto probabile che facendo in questo modo, muoverai una quantità di lavoro molto superiore a quella che avresti mosso da solo, svolgendo i compiti al massimo delle energie, e rinnovando l'aspetto motivazionale dei tuoi collaboratori. Tutto questo si traduce in risultati anche dal punto di vista economico. Noterai che delegando alcuni compiti senza abbandonare la tua leadership, ma dosandola bene, tu, Team Leader, avrai molto più tempo e lucidità. Per che cosa? Più tempo a disposizione per rianalizzare i tuoi fornitori, per il controllo qualità dei tuoi prodotti, per ottimizzare i costi, e per scovare le migliori opportunità di mercato. Tutto questo partorirà una crescita generale della tua realtà lavorativa.

Seguimi sui miei canali social per più contenuti in materia.



POST CORRELATI