Salta al contenuto principale
Please enable JS

Coaching aziendale, lo strumento dei colori della personalità

Quando mi trovo di fronte a un Team Leader che ha bisogno di nuove risorse per guidare al meglio la sua azienda, il mio lavoro di coaching aziendale one to one parte da un’analisi. Per leggere meglio il mondo fuori da noi, infatti, dobbiamo prima imparare a conoscere meglio noi stessi. Il mio focus è quello di far evolvere nel Team Leader il suo punto di vista, conducendolo a leggere il mondo esterno attraverso strumenti facilmente applicabili, in grado di associare le principali caratteristiche percettibili nelle persone all’interno di schemi funzionali e in grado di far comprendere:

  • il tipo di approccio di ogni persona;
  • cosa genera quell’approccio (Cosa tende a valorizzare? Cosa lascia in second’ordine?);
  • come sostenere quella persona all’interno di un contesto o di un incarico;
  • quali elementi possono supportare quella performance o renderla più difficoltosa.

 

Questi strumenti permettono al team Leader di acquisire una conseguente maggiore consapevolezza di sé.

Questa evoluzione è fondamentale per la qualità della Leadership: è infatti difficile “leggere” le altre persone se non si è in grado di leggere sé stessi in modo consapevole, ovvero con la lucidità di comprendere in quali casi i nostri comportamenti, al di là delle ottime intenzioni, sono limitanti nei confronti delle relazioni e della gestione di attività.

Lo strumento che uso più frequentemente per analizzare e far comprendere la personalità dei Team Leader è quello dei Colori della personalità. Si tratta di uno strumento potentissimo, perché permette di sintetizzare, con uno schema molto semplice, tante sfumature concrete di comportamento facilmente rilevabile dentro di noi e fuori da noi.

Lo strumento dei colori della personalità si basa su un modello fondamentale, che ad ognuno di questi colori (rosso, giallo, verde e blu) associa un tipo di personalità e determinate caratteristiche.

ROSSO: le persone che hanno una personalità rossa vanno dirette al punto. Non amano i fronzoli e, se devono esprimere un concetto, lo fanno con meno parole possibili. Sono persone orientate all’azione e ai risultati, e hanno il talento di essere rapidi nelle decisioni.

BLU: le personalità blu sono orientate ai numeri, all’analisi, alle evidenze. Non amano lavorare sotto pressione perché prediligono agire con logica e prendere decisioni ponderate, analizzate sotto ogni aspetto. Il loro talento infatti è collegato all’analisi e all’approfondimento.

VERDE: le personalità verdi sono collaborative e genuine. Ciò che odiano di più è il conflitto, tendono ad allontanare le persone competitive e aggressive, rifuggono gli scontri cercando sempre di ascoltare e aiutare chi hanno di fronte. Il loro talento sta infatti nell’ascoltare, anche se tendono a rimandare l’esternazione degli stati d’animo.

GIALLO: una persona con una personalità gialla è ottimista e socievole, ama stare in gruppo e spesso trascina gli altri nei propri progetti e i propri sogni. È allergico alla routine e il suo talento più spiccato è la persuasione: è facile che riesca a convincere gli altri a seguirlo. Conferisce molta energia positiva agli ambienti in cui partecipa.

Durante le mie sessioni di coaching aziendale aiuto i Team Leader a capire a quale tipo di personalità appartengono, per comprendere al meglio i propri punti di forza e le proprie aree di miglioramento.

0 5


POST CORRELATI